• 21 dicembre 2016

    What we are talking about if we are listening to a latin word such as “referendum”?

    di Ludovica Gabrielli, SdP student
    “Referendum” is the term given to a direct vote of the electorate required by the legal framework or requested by the Executive or Legislative Branches on an issue of public policy, in contrast with votes cast at elections which are made in relation to parties or individual candidates and generally reflect voters’ preferences over a range of different issues.

    referendum
  • 3 maggio 2016

    Politica e politiche: relazioni vs comunicazione

    di Pietro Violante, Classe C
    L’intellettuale non è solo quello che trova la soluzione tecnicamente migliore… L’idea va messa alla prova nel mondo. E l’intellettuale deve essere in grado di formularla, condividerla, modificarla, confrontarla con l’esistente, con il reale. Questo è ciò che ho tratto dalla Scuola e ciò che secondo me essa ha di migliore.

    FotoArel
  • 29 aprile 2016

    Essere lo straniero di qualcuno

    di Lara Martelli, Classe B
    Da anni l’Italia accoglie profughi, migranti arrivati dal Mediterraneo. Spesso arrivano con la loro storia, le loro scelte. Spesso ci sono bambini, con occhi grandi, aperti, a guardare questo nuovo paese. Hanno una lingua diversa, una cultura differente, sono loro gli stranieri nel nostro paese. E diventano i nostri stranieri. Ma ci assomigliamo nella volontà di trovare un futuro più felice, come promessa di questo mondo condiviso.

    migranti-italiani1-e1304441050108
  • 11 aprile 2016

    Da Esopo a oggi: la Grecia tra favole e realtà

    di Francesco Giarmoleo, Classe C
    L’anno scorso si è avuta l’impressione che la vecchia favola di Esopo si sia riproposta su scala internazionale, con la “spendacciona” cicala (la Grecia), sommersa dai debiti fino al collo e la laboriosa formica (la Germania), sorda alle sue richieste di flessibilità.

    Immagine
  • 10 aprile 2016

    Una Scuola di Politiche per….incontrarsi!

    di Giulio Tiberio Marostica, Classe B

    Sono molto grato a Pietro Violante perché, con la sua Noterelle su politica e politiche, ha aperto un dibattito in seno a questo blog tra gli studenti della SdP, partendo da una riflessione sulla natura “tecnica” della Scuola, in quanto priva di un “ancoraggio valoriale e politico”.

    foto Sdp
  • 6 aprile 2016

    Geoeconomia e geopolitica: un Giano bifronte

    di Maria Vittoria Prest, Classe B

    Pascal Lamy, nella sua conferenza del 25 Novembre 2015, After Paris November 13: more geopolitics than geoeconomics?, ha posto una serie di interrogativi sul ruolo della geoeconomia che si rivelano sempre più attuali nel mondo globalizzato.

    Immagine
  • 31 marzo 2016

    Diritti e libertà: l’amarezza del cattolico

    di Michele Testoni, Classe C
    Che cos’è la libertà, quali sono i diritti fondamentali? Dove la mia libertà finisce e inizia quella dell’altro? Dove devo imporre delle regole e dove devo fermarmi? Periodicamente mi trovo a scontrarmi con questo tema con le persone più disparate. Ammetto che è un tema su cui mi trovo spesso a giocare in difesa perché la mia posizione non è popolare.

    testoni
  • 31 marzo 2016

    Socialdemocrazia ed Europa: abbraccio mortale o comune risurrezione

    di Lorenzo Catalano, Classe B
    La Socialdemocrazia europea in generale sta attraversando una profonda crisi valoriale, che non le permette di riproporsi come forza capace di affrontare le sfide epocali che questo tempo ci sta ponendo a livello globale. Idem si dica per l’Europa, in piena crisi d’identità che non le permette di prendere delle decisioni efficaci per risolvere problemi che necessitano risposte continentali.

    europa-socialdemocrazia (1)
  • 30 marzo 2016

    A proposito di Politica e/o politichE – 2

    di Matteo Mancino, Classe C
    La discussione avviata da Pietro Violante sul Blog si incentra su una questione essenziale per chi voglia fare o comunque occuparsi di politica: disvelare il rapporto fra visione politica e decisioni/scelte politiche atteso che «le politiche non sono diverse opzioni scientifiche, delle quali alcune giuste e efficaci e altre sbagliate e inefficaci. Sono scelte di campo (…) alla SdP queste scelte non dobbiamo farle… ma dobbiamo riconoscerle»

    FotoArel